Tag Archives: costi

zj42kn2xzlivgllfpa2u

Le turbolenze del settore bancario possono provocare rincari per le aziende

Le problematiche che le aziende devono affrontare nell’attuale panorama economico sono già numerose, ma a breve potrebbe aggiungersi un’altra: una maggiorazione delle spese di finanziamento. A causa della situazione instabile che sta caratterizzando il comparto bancario, gli istituti di credito infatti rischiano un aumento del costo del funding.

Prestiti-alle-imprese

L’introduzione della direttiva europea sul bail-in può essere considerata come una delle cause per cui i correntisti con saldi superiori ai 100.000 euro (la somma massima coperta da garanzia di rimborso in caso di fallimento della banca) stanno trasferendo parte della liquidità verso etf e fondi. Una delle conseguenze di tale trend è la riduzione delle riserve che il settore è in grado di destinare al finanziamento delle imprese.

Inoltre, le tensioni legate ai cali dei titoli bancari in borsa producono per gli istituti di credito aumenti di prezzi obbligazionari e CDS (credit default swap). Se dovesse proseguire questo andamento, inevitabilmente le aziende dovranno subire un aggravio dei costi di finanziamento.

Business team supporting green environment

Anche in tema di finanziamenti alle imprese, lo Studio Maurizio Godoli ha tutte le competenze necessarie per assistere le aziende e fornire le soluzioni più vantaggiose. Se ti interessa approfondire la ricerca di opportunità mirate per la tua azienda, puoi fissare un primo appuntamento gratuito tramite i contatti che trovi su questa pagina.

ricerca_sviluppo

Chiarimenti sul credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo

Per molte aziende sono due parole che hanno un significato estremamente importante: ricerca e sviluppo. Con la circolare del 29 gennaio scorso Confindustria ha chiarito quali sono le spese effettuate in tale ambito che possono godere di agevolazioni relative al credito d’imposta. Le categorie principali sono tre: personale altamente qualificato (sia dipendente che non dipendente), strumenti e attrezzature di laboratorio, competenze tecniche e brevetti. Non si possono invece abbattere i costi per fabbricati e terreni, servizi di consulenza, spese generali e tutti i beni sotto i 2.000 euro.

La novità più rilevante consiste nell’aggiunta dei costi per i brevetti sviluppati internamente e per le licenze e i brevetti acquistati sul mercato.

ricerca e sviluppo

Per poter godere dell’agevolazione, viene richiesto che i costi siano “direttamente connessi” all’attuazione dei progetti di ricerca e sviluppo. Pertanto i costi definiti “indiretti” non vengono considerati. Tuttavia, dato il numero ristretto di costi contemplati , Confindustria ha precisato che tale norma non può essere ritenuta a sé stante, ma va contestualizzata.

Il credito d’imposta viene determinato in base ai costi di competenza sostenuti nel relativo periodo d’imposta.  Le imprese attive da prima del 2015 possono ottenere il credito d’imposta anche per investimenti “che risultino iniziati in anni precedenti” al primo periodo agevolabile.

Ricerca-e-innovazione

Se la tua azienda svolge attività di ricerca e sviluppo e ti interessa sapere quali sono le vostre spese che possono essere oggetto di agevolazioni fiscali, lo Studio Maurizio Godoli è a tua disposizione per fornirti una consulenza completa, offrendoti un primo appuntamento gratuito che puoi fissare semplicemente visitando questa pagina.

Desideri maggiori informazioni?

Dichiaro di aver letto l'informativa ed acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.lgs. n. 196/2003
Desidero essere contattato