Tag Archives: tassazione

IRI 2018 Studio Godoli

IRI: cos’è e come funziona

L’IRI è stata rinviata al 1° gennaio 2018.

Se non lo sai, l’IRI è l’imposta sul reddito d’impresa.

Viene applicata alle imprese individuali e alle società di persone poste in contabilità ordinaria.

La Legge di Bilancio 2018, tra le diverse novità, ha stabilito il rinvio dell’IRI a partire dal 1° gennaio 2018.

Richiesta-di-rimborso-in-carta-libera-per-le-somme-tassate-e-restituite

Novità per la richiesta di rimborso delle somme tassate

Secondo quanto decretato dalla legge di stabilità 2014 (intervenuta sull’art. 10, comma 1, lettera d-bis), le somme restituite al soggetto erogatore sono deducibili dal reddito complessivo solo se sottoposte a tassazione negli anni precedenti. Inoltre, l’ammontare che non è stato dedotto nel periodo d’imposta di restituzione può anche essere portato in deduzione dal reddito complessivo dei periodi d’imposta successivi. Da quanto stabilito dall’art. 1 comma 174 della L. 147/2013, la definizione di tutte le modalità di presentazione dell’istanza era demandata a un decreto del Ministero dell’Economia e delle finanze.

Questi aspetti sono disciplinati dal DM 5 aprile 2016, pubblicato il 15 aprile sulla Gazzetta Ufficiale e in vigore dal 16 aprile. Il Ministro dell’Economia e delle finanze ha decretato le modalità con le quali i contribuenti possono richiedere il rimborso delle somme (anche assoggettate a tassazioni in anni precedenti) restituite all’erogatore e non dedotte dal reddito complessivo.

Secondo il Decreto Ministeriale, in alternativa alla deducibilità il contribuente può richiedere il rimborso dell’importo stabilito applicando l’aliquota corrispondente al primo scaglione di reddito all’intero ammontare delle somme che non sono state dedotte.
55a7d992fdb94d0bb8a4c3ae

Come presentare la domanda?

Entro il termine biennale, come descritto nell’ex art. 21, comma 2 del DLgs. 546/92, la domanda dovrà essere presentata in carta libera all’ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate. Il termine decorre dalla data di scadenza della presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta nel quale le somme sono state restituite. Per i contribuenti che non sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi, invece, il limite per la domanda decorre dalla scadenza del termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta nel quale è avvenuta la restituzione.

Caso diverso per coloro i quali hanno restituito al soggetto erogatore delle somme per le quali non hanno fruito della deduzione del reddito complessivo. In questo caso l’istanza può essere presentata applicando alle somme dedotte l’aliquota corrispondente al primo scaglione di reddito, come descritto nell’art. 11 del TUIR.

Sei interessato a richiedere il rimborso per le somme complessive assoggettate in tassazione? Argomenti delicati e importanti necessitano di una consulenza specifica: noi di Studio Godoli possiamo darti i consigli giusti per sfruttare al massimo tutte le opportunità per la tua azienda.

 

 

godoli

Dott. Luciano Leonello Godoli

Specializzato nei rapporti internazionali, consulenze finanziarie e stragiudiziale

Desideri maggiori informazioni?

Dichiaro di aver letto l'informativa ed acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.lgs. n. 196/2003
Desidero essere contattato