Voluntary Disclosure: prorogato il termine ultimo per la domanda

voluntary disclosure studio godoli

Anche la Voluntary Disclosure è prevista nella legge di bilancio 2017.

Il 21 luglio 2017 l’Agenzia delle Entrate ha emesso nuovi chiarimenti in relazioni alla Voluntary Disclosure. Nella pratica si tratta della circolare n.21/E con la quale l’Agenzia definisce tutte le novità che sono state introdotte dal decreto legge n. 50/2017 in relazione alla collaborazione volontaria.

In particolare devi sapere che da oggi è possibile riaprire la pratica di Voluntary Disclosure fino al 31 luglio 2017 e se sei in ritardo la puoi prorogare integrando i documenti necessari fino al 30 settembre 2017 (è già stato firmato il DPCM che proroga anche l’invio del modello fino al 30/09).

Che cos’è la Voluntary Disclosure

Si tratta della procedura relativa al rientro dei capitali all’estero che permette ai contribuenti di regolarizzare i capitali esteri alle autorità fiscali.

Cosa accade aderendo alla Voluntary Disclosure bis?

È possibile detrarre le imposte pagate all’estero relative ai redditi (lavoratore autonomo e dipendente) nel caso di omessa dichiarazione o indicazione dei relativi redditi esteri, anche nei casi non ancora definiti relativi alla precedente Voluntary Disclosure.  In questa situazione particolare, si tratta della situazione in cui il contribuente non ha presentato la dichiarazione dei redditi in Italia ma adempiendo allo stesso tempo gli obblighi fiscali nel paese estero in cui l’attività lavorativa è stata svolta.

voluntary disclosure studio godoli 3

Quindi, niente doppia imposizione per coloro che hanno pagato le tasse all’estero anche senza aver presentato la dichiarazione dei redditi in Italia od omesso i dati relativi alle attività all’estero.

Vantaggi

Con la Voluntary Disclosure e in particolare con la nuova circolare ci sono alcuni vantaggi. Accettando la procedura infatti, sarà possibile essere esonerati da determinati obblighi dichiarativi (come ad esempio il monitoraggio fiscale).

Inoltre, gli aderenti alla procedura sono anche esonerati anche dal dichiarare l’imposta sul valore degli immobili all’estero (IVIE) e l’imposta sul valore dell’attività finanziaria detenuta in altri paesi esteri (IVAFE).

Sei interessato al tema della Voluntary Disclosure e vorresti capire come poter sfruttare questa occasione? Studio Godoli è il tuo partner di fiducia per accompagnarti lungo il processo di collaborazione volontaria. Ricorda che hai tempo fino al 30 settembre per procedere con la richiesta della domanda di Voluntary Disclosure. Non avere fretta, sfrutta il tempo a disposizione per affidarti ad un esperto. Scopri di più qui.

godoli

 

Dott. Luciano Leonello Godoli

Specializzato nei rapporti internazionali, consulenze finanziarie e stragiudiziale

 

Lascia un commento

Desideri maggiori informazioni?

Dichiaro di aver letto l'informativa ed acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.lgs. n. 196/2003
Desidero essere contattato