Voluntary Discolsure: cosa accadrà nel 2018?

Voluntary Disclosure 2018 Studio Godoli

È stato uno dei temi caldi del 2017.

La Voluntary Disclosure è la procedura che permette di regolarizzare i capitali esteri da parte delle imprese. Presente nella precedente Legge di Bilancio 2017, ha permesso a molto attività di poter regolarizzare le somme di denaro presenti all’estero.

I dati della Voluntary Discolsure nel 2017

A fine 2017 si possono tirare le somme dell’azione della “collaborazione volontaria” sul fisco.

Da gennaio 2017, sono stati recuperati circa 20 miliardi di euro dall’estero. Con la nuova Voluntary Disclosure invece si punta a far rientrare  i contanti che non sono stati dichiarati durante il 2017.

Voluntary Disclosure 2018

L’obiettivo principale della Voluntary Discolsure è quello di far rientrare, entro il 2019, la somma di circa 200 miliardi di euro che attualmente risulta essere al di fuori del controllo fiscale italiano.

La Legge di Bilancio 2018 introduce diverse novità per quanto riguarda la Voluntary Disclosure.

La prima novità, non così banale, è la proroga della stessa manovra vista nel 2017 anche per il prossimo anno. L’altra novità riguarda invece il metodo di pagamento, e più in particolare l’utilizzo dei pagamenti elettronici. Introdotti per semplificare le procedure di rientro dei capitali dall’estero, i pagamenti elettronici permetteranno anche di tracciare in maniera migliore i pagamenti e ridurre drasticamente l’evasione fiscale.

Dunque maggiori strette all’utilizzo dei contanti, che dall’attuale tetto dei 2.999,00€ verranno ridotti con la Legge di Bilancio 2018.

Voluntary Disclosure 2018 Studio Godoli

Cosa aspettarsi nel 2018

Oltre all’utilizzo dei metodi di pagamento elettronico, nel 2018 la Voluntary Disclosure permetterà di creare un forfait sulla somma da recuperare (di cui una quota verrà investita in titoli di Stato), in modo da agevolare e semplificare i pagamenti.

L’istanza di regolarizzazione potrà essere inviata fino al 31 luglio 2018, e sarà inoltre possibile versare in un’unica soluzione i capitali da far rientrare entro il 30 settembre 2018 (anche sfruttando 3 rate mensili).

Hai già usufruito della Voluntary Disclosure nel 2017?

Se la tua attività non è ancora stata regolarizzata, affidati a degli esperti che ti sappiano accompagnare durante tutto il processo di rientro dei capitali. Scopri di più qui.

 

godoliDott. Luciano Leonello Godoli

Specializzato nei rapporti internazionali, consulenze finanziarie e stragiudiziale

 

Lascia un commento

Desideri maggiori informazioni?

Dichiaro di aver letto l'informativa ed acconsento al trattamento dei dati ai sensi del D.lgs. n. 196/2003
Desidero essere contattato